domenica 17 marzo 2013

Cornetti neutri...Chifel


Quella di oggi è una ricetta rapita da uno dei miei blog preferiti, quello del Nanni (La Vetrina del Nanni). Ho scritto rapita e non rubata perchè per la preparazione ho seguito esattamente le indicazioni che trovate nel suo procedimento ma per gli ingredienti ho fatto qualche piccola modifica per esigenze di carenza in dispensa! Il risultato però è, come dice anche suo blog, davvero neutro, ossia un cornetto utilizzabile sia per preparazioni dolci che salate; li ho infatti provati sia con della marmellata e della cioccolata a colazione sia con del salmone affumicato e della rucola e ne sono rimasto davvero soddisfatto. Risottolineando i ringraziamenti al Blog originario passiamo alla ricetta!

Ingredienti
600 g farina manitoba
60 g uova intere
360 g latte intero fresco
10 g lievito compresso (ricetta del Nanni: 15 g)
80 g burro fuso
25 g zucchero semolato (ricetta del Nanni: 20 g malto in polvere)
10 g sale
120 g burro freddo
Per lucidare
1 uovo intero
20 g latte

Procedimento
In una ciotola capiente versate il latte e scioglieteci il lievito; aggiungete poi lo zucchero, il burro fuso e stiepidito e la dose di uova intere. Mescolate con le mani tutti gli ingredienti ed aggiungete dapprima 2/3 della farina, poi il sale e poi l'ultimo terzo di farina. Impastate sempre con le mani all'interno della ciotola, cercando di far assorbire tutta la farina; quando poi noterete che l'impasto si stacca bene dai bordi continuate ad impastare su un piano di lavoro cercando di inglobare dell'aria; una manovra decisamente infallibile è quellla di tirare dei lembi di impasto verso l'esterno e poi di ripiegarli verso l'interno, ripetete diverse volte poi girate l'impasto ed avrete una bella palla che dovrete far riposare 10-15 minuti avvolta con della pellicola trasparente. Dopo il riposo stendete l'impasto creando un rettangolo dello spessore di circa 1,5 cm. Ora immaginate questo rettangolo diviso in tre sezioni uguali secondo l'altezza; nella sezione centrale mettete 60 g di pezzi di burro come descritto anche nel blog del Nanni, poi ripiegate verso l'interno una sezione laterale e ponete i restanti 60 g e chiudete ripiegando l'ultima sezione laterale. Fate riposare in questo modo per 20 minuti in frigorifero sempre con della pellicola a contatto. Dopo il primo riposo stendete l'impasto seguendo il verso del lato più lungo, ottenete uno spessore di circa 1 cm, ripiegate come nel primo caso (piega a 3) e fate riposare ancora 20 minuti sempre in frigo e sempre con la pellicola a contatto. Ripetete la stesura, la piega ed il riposo per 3 volte. Dopo l'ultimo riposo stendete cercando di ottenere un rettangolo alto circa 25 cm e dello spessore di circa 3-5 mm; verrà molto lungo quindi se, come me, non avete un piano adeguato, quando iniziate a stendere tagliate pure in due e continuate a stendere fino ad arrivare al giusto spessore. A questo punto fate dei triangoli tutti uguali (nel Blog del Nanni il procedimento è spiegato perfettamente anche con le immagini), fate un taglietto alla base dei triangoli, tirate i lembi della base e la punta ed arrotolate i cornetti che farete riposare e lievitare per 30-40 minuti, coperti anch'essi da pellicola e possibilmente in un luogo a circa 30 ° (come già suggerito il forno con la sola luce accesa arriva tranquillamente a questa temperatura).




Quando i chifel saranno lievitati spalmate con un pennello da cucina la miscela di uovo e latte delicatamente e cuocete a 170° per 20 minuti nel forno preriscaldato. Sfornate, fate raffreddare su una griglia affinchè non si accumuli della condensa sulla base dei cornetti; farciteli con marmellate per delle preparazioni dolci oppure con condimenti salati.




Suggerimenti
I vari passaggi per l'impasto possono essere ovviamente eseguiti con una planetaria!
Per la conservazione possono essere tenuti in una scatola di latta ben chiusa!
Se volete fare un panino salato da portare in ufficio o da dare ai vostri bambini per merenda questa preparazione dal sapore quasi neutro è davvero perfetta!
Con le dose elencate e con le misure suggerite vengono circa 20 cornetti classici ma nulla vieta di farne di più grandi o più piccoli semplicemente stendendo in modo diverso l'impasto!
Nella foto che segue ho voluto dare risalto sia all'interno sia ad un errore che credo di aver commesso, durante l'arrotolamento cercate di arrotolare l'impasto evitando di lasciare dell'aria all'interno quindi, con delicatezza, serrate bene gli strati mentre li girate!

1 commento:

  1. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina